Organizzazione e FormazioneComunicazionePubblico e PrivatoSicurezzaAssistenza LegaleCoordinamento Pari OpportunitàPrevidenza


Benvenuto in UGL - Trasporto Pubblico Locale e Mobilità

Home
Visualizza Elenco Completo
Visualizza Tutti gli eventi

TABELLA PARAMETRALE 2015  
Preleva

RINNOVO CCNL 2015/2017 – AUMENTI RETRIBUTIVI LORDI

Parametro

Aumento retributivo da novembre 2015

Aumento retributivo da luglio 2016

Aumento retributivo da ottobre 2017

Totale aumento retributivo

Totale una tantum

Rata una tantum gennaio 2016

Rata una tantum aprile 2016

250

50,00

50,00

42,86

142,86

857,14

571,43

285,71

230

46,00

46,00

39,43

131,43

788,57

525,71

262,86

210

42,00

42,00

36,00

120,00

720,00

480,00

240,00

205

41,00

41,00

35,14

117,14

702,86

468,57

234,29

202

40,40

40,40

34,63

115,43

692,57

461,71

230,86

193

38,60

38,60

33,09

110,29

661,71

441,14

220,57

190

38,00

38,00

32,57

108,57

651,43

434,29

217,14

188

37,60

37,60

32,23

107,43

644,57

429,71

214,86

183

36,60

36,60

31,37

104,57

627,43

418,29

209,14

180

36,00

36,00

30,86

102,86

617,14

411,43

205,71

178

35,60

35,60

30,51

101,71

610,29

406,86

203,43

175

35,00

35,00

30,00

100,00

600,00

400,00

200,00

170

34,00

34,00

29,14

97,14

582,86

388,57

194,29

165

33,00

33,00

28,29

94,29

565,71

377,14

188,57

160

32,00

32,00

27,43

91,43

548,57

365,71

182,86

158

31,60

31,60

27,09

90,29

541,71

361,14

180,57

155

31,00

31,00

26,57

88,57

531,43

354,29

177,14

154

30,80

30,80

26,40

88,00

528,00

352,00

176,00

153

30,60

30,60

26,23

87,43

524,57

349,71

174,86

151

30,20

30,20

25,89

86,29

517,71

345,14

172,57

143

28,60

28,60

24,51

81,71

490,29

326,86

163,43

140

28,00

28,00

24,00

80,00

480,00

320,00

160,00

139

27,80

27,80

23,83

79,43

476,57

317,71

158,86

138

27,60

27,60

23,66

78,86

473,14

315,43

157,71

135

27,00

27,00

23,14

77,14

462,86

308,57

154,29

130

26,00

26,00

22,29

74,29

445,71

297,14

148,57

129

25,80

25,80

22,11

73,71

442,29

294,86

147,43

123

24,60

24,60

21,09

70,29

421,71

281,14

140,57

121

24,20

24,20

20,74

69,14

414,86

276,57

138,29

116

23,20

23,20

19,89

66,29

397,71

265,14

132,57

110

22,00

22,00

18,86

62,86

377,14

251,43

125,71

100

20,00

20,00

17,14

57,14

342,86

228,57

114,29

A PARTIRE DAL 1° LUGLIO 2017 A QUESTI VALORI VANNO AGGIUNTI 90 EURO ANNUALI AL FONDO PRIAMO (PER TUTTI I LAVORATORI) E 10 EURO PER UNA COSTITUENDA COPERTURA SANITARIA.

 

Volantino esito referendum CCNL TPL 18 dicembre  
Preleva

IL CONTRATTO DEL T.P.L. … F I N A L M E N T E! CONCLUSO IL REFERENDUM CON IL 65% DEI VOTI FAVOREVOLI!

La maggioranza delle lavoratrici e dei lavoratori Autoferrotranvieri-Internavigatori, attraverso l’esercizio democratico della validazione, hanno scelto di votare favorevolmente l’Ipotesi di Accordo, di rinnovo del CCNL, sottoscritta il 28 novembre 2015. Il referendum si è concluso con il 65% di voti favorevoli e con una significativa partecipazione alle operazioni di voto superiore al 60% degli aventi diritto. Con tale espressione di voto, oltre a riaffermare l’importanza del Contratto Nazionale di Lavoro quale strumento principale per maggiori tutele occupazionali, economiche e normative, le lavoratrici e i lavoratori del settore, hanno responsabilmente consentito di rendere efficaci i contenuti dell’accordo.

 

Volantino CCNL TPL 14 dicembre  
Preleva

 

Comunicato Nazionale Unitario 4.12.2015  
Preleva


IL PRIMO CONTRATTO NEGOZIATO AL TAVOLO NATURALE TRA LE PARTI
SENZA NESSUN SOSTEGNO ECONOMICO DELLE ISTITUZIONI
IL CONTRATTO DEL T.P.L. … F I N A L M E N T E!
Dopo sette anni di lunghissima trattativa che si è svolta dentro la grave crisi del settore, privato di risorse e
dell’attenzione necessaria da parte dei governi e degli Enti Locali per il suo valore economico e sociale, si
ripristina la normalità nelle relazioni sindacali, dopo che per troppo tempo le associazioni datoriali hanno
provato a negare ai lavoratori il diritto al contratto e prodotto una situazione conflittuale.
Al di là del periodo di crisi economica generale, e del settore in particolare, che hanno messo in seria
difficoltà il valore e la tenuta dei salari, occorreva rideterminare il ritorno ad una gestione regolata del
sistema delle relazioni sindacali nel settore, attraverso il contratto, chiudendo così una lunga fase
conflittuale costruendo un impianto normativo, vista la situazione del settore e l’accelerazione dei processi
di messa a gara e di appalto dei servizi, che garantisca ai lavoratori la tutela occupazionale, economica e
normativa nei passaggi di azienda attraverso importante clausole sociale.
1. ORARIO DI LAVORO
Di fronte alla richiesta delle associazioni datoriali di aumentare l’orario di lavoro a 40 ore che desse
maggiore produttività alle aziende del Tpl
Il contratto conferma l’orario medio settimanale, nell’arco di 26 settimane consecutive, a 39 ore e introduce
a maggior garanzia un massimo e un minimo settimanale.
Viene data, solo con accordo aziendale, la possibilità di incrementare la produttività attraverso saturazione
dell’orario di lavoro e/o avvicinando l’orario aziendale a quello nazionale qualora il primo fosse inferiore.
In caso di mancato accordo l’azienda, eventualmente, potrà solo ridurre, fino ad un massimo di 5 minuti, i
tempi accessori previsti nei turni di servizio, mentre le prestazioni straordinarie rimangono assolutamente
VOLONTARIE!
2. WELFARE
Le pensioni garantite dallo Stato saranno sempre più basse, soprattutto per i giovani mentre la possibilità di
avere prestazioni sanitarie specialistiche ad integrazione di quelle offerte dal Servizio Sanitario Nazionale
richiedono un intervento deciso della contrattazione.
Il CCNL rafforza quindi il welfare del settore attraverso l’obbligo per le aziende al versamento di un
contributo di 100 euro annui, che diventano strutturali, per tutti i lavoratori di cui il 90% al Fondo di
previdenza complementare Priamo, mentre il versamento della propria quota contributiva mensile e del
relativo TFR resta VOLONTARIO, e 10% per la costituzione del Fondo Tpl Salute per l’assistenza sanitaria
integrativa a lavoratrici e lavoratori del trasporto pubblico locale.
3. CALUSOLA SOCIALE e FONDO DI SOSTEGNO
Rispetto alle scelte della Politica, sempre più improntate alla liberalizzazione del settore e alla messa a gara
dei servizi di trasporto pubblico locale, il Sindacato ha ritenuto fondamentale dotare il settore delle
maggiori tutele possibili al fine di garantire i lavoratori nei passaggi di azienda e di fornire loro strumenti di
ammortizza zione sociale e sostegno al reddito per coloro che dovessero essere espulsi dal ciclo produttivo.
In questo Contratto si rafforza la clausola sociale introducendo l’obbligo di passaggi del personale senza
soluzione di continuità, tra un’azienda e l’altra, a qualunque titolo, persino in caso di cambio appalto.
La tutela reale prevista dall’art. 18 della L. 300/1970 viene salvaguardata sia per i lavoratori a tempo
indeterminato che per i contratti di apprendistato trasformati anche successivamente al 7 marzo 2015.
A questi lavoratori non si applicherà pertanto la normativa sui licenziamenti prevista dal Jobs Act.
Il Fondo bilaterale di solidarietà fornirà poi prestazioni di ammortizzazione sociale o accompagnamento a
pensione per quei lavoratori che dovessero risultare in esubero a seguito di processi di riorganizzazione
aziendale.
4. MERCATO DEL LAVORO
Il Contratto rafforza le garanzie dei lavoratori assunti con contratto a termine e a tempo parziale.
Per i contratti a termine viene riconosciuta l’anzianità maturata fino ai nove mesi successivi alla
trasformazione del contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato.
Per i lavoratori con contratto a tempo parziale le anzianità utili ai fini dell’acquisizione di parametri
retributivi superiori, maturate durante il part-time, saranno computate per intero.
5. AUMENTI RETRIBUTIVI
Le retribuzioni sono sempre più incapaci di fare fronte al costo della vita e alla pesante crisi economica che
colpisce il nostro Paese. Il settore sconta purtroppo la carenza di fondi e i consistenti tagli al finanziamento
statale che hanno portato numerose aziende in condizioni di disseto o addirittura fallimento con gravi
ripercussioni sulle condizioni occupazionali ed economiche dei lavoratori.
Il CCNL riconosce agli autoferrotranvieri un incremento della retribuzione di 100 euro mensili a regime per
14 mensilità (107,14 euro se si considera anche il valore economico del welfare contrattuale) e di 600 euro
una tantum (da sommare ai 700 euro percepiti nel 2013) per il periodo 2012-2015 per un totale di 1.300
euro complessivi.
Oltre a questi cinque punti fondamentali il CCNL introduce ulteriori importanti elementi di garanzia anche
su diversi altri aspetti della vita lavorativa degli autoferrotranvieri:
CONCILIAZIONE DEI TEMPI VITA-LAVORO sui congedi per malattia bambino e sulla fruizione oraria del
congedo parentale così come disposto dalla legge 228/2012, PATENTE DI GUIDA E CQC sulla tutela del
lavoratore in caso di perdita dei punti o di sospensione della patente di guida e definizione di un primo
quadro normativo relativo alla Carta di Qualificazione del Conducente, RISARCIMENTO DANNI le Aziende
sono obbligate a contestare i danni al dipendente entro 15 giorni da quando sono venute a conoscenza del
fatto, pena la decadenza del procedimento, TUTELA LEGALE sulla valutazione a livello aziendale di soluzioni
che garantiscano la tutela legale dei lavoratori per fatti connessi allo svolgimento dell’attività lavorativa e
sulla sicurezza dei lavoratori e degli utenti e della prevenzione degli episodi di aggressione da garantire
anche attraverso l’utilizzo dei dispositivi presenti a bordo dei mezzi, TRATTAMENTO DI MALATTIA recepiti
integralmente gli accordi relativi al trattamento di malattia previgenti.

VOTARE SÌ PER MAGGIORI TUTELE, ECONOMICHE E NORMATIVE!

 

"A seguito della sottoscrizione dell'ipotesi di accordo per il rinnovo del Ccnl autoferrotranvieri e internavigatori, ci apprestiamo a consultare i lavoratori per la sua approvazione definitiva". Cosi' il segretario nazionale dell'Ugl Autoferrotranvieri, Fabio Milloch. "Consci dell'importante passo avanti compiuto per ristabilire un percorso di stabilizzazione del settore del trasporto pubblico locale, il rinnovo contrattuale, prevede numerose novita' riguardanti il mercato del lavoro, l'orario di lavoro e lo svolgimento delle attivita', contemperate dall'introduzione delle clausole di salvaguardia, dagli aumenti retributivi, dal rafforzamento delle relazioni industriali", prosegue il sindacalista. "Un passo importante e' stato fatto nella direzione della normalizzazione di un settore nevralgico per l'economia nazionale, per la funzionalita' della mobilita' del Paese, a cui siamo orgogliosi di aver contribuito, in termini propositivi e di impegno. Gli aumenti economici previsti dall'intesa - aggiunge - evidenziano il riconoscimento del lavoro di oltre 115.000 lavoratrici e lavoratori che assicurano, quotidianamente, la mobilita' a milioni di cittadini, anche in situazioni precarie e, a volta, pericolose.

Ma i problemi che continuano a ostacolare il settore evidenzia Milloch - sono ancora lungi da essere completamente risolti. Per questo, il nostro impegno prosegue senza sosta e con convinta lena. Dopo le date del referendum, programmato per il 15, 16 e 17 dicembre - conclude - riprenderemo ad affrontare i nodi irrisolti della normativa, la politica strategica per il settore e a batterci per il superamento degli ostacoli, nei diversi teatri nazionali e aziendali".

 
Portale UGLEnasCaf UGLEnofIperAleCiscoSeiAssocasa
autocad 2015 upgrade downgrade windows 7 ultimate to professional autodesk product design suite ultimate 2015 download
microsoft office professional plus 2013 student discount microsoft office 2010 key http://prwreri.uprm.edu/public...oad-32-bit
compra venta cialis tadalafil generico svizzera necesito recipe para comprar cialis en venezuela
duree effet cialis un site fiable pour acheter du cialis vente de tadalafil
next windows 8 pro license key go on here go