Organizzazione e FormazioneComunicazionePubblico e PrivatoSicurezzaAssistenza LegaleCoordinamento Pari OpportunitàPrevidenza


Benvenuto in UGL - Trasporto Pubblico Locale e Mobilità

Home
Visualizza Elenco Completo
Visualizza Tutti gli eventi

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, a seguito della necessità manifestata dalle parti, con accordo dell’8 luglio 2013, di potenziare ed estendere gli strumenti di tutela dei lavoratori nei rapporti di lavoro e nel mercato del lavoro in connessione ai processi di riorganizzazione che interessano le aziende, istituisce il Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito del personale delle aziende di trasporto pubblico in applicazione delle disposizioni di cui all'art. 3 della legge 28 giugno 2012, n. 92.

Destinatari degli interventi del Fondo sono i lavoratori delle aziende, sia pubbliche che private, che occupano mediamente più di quindici dipendenti e che svolgono servizi di trasporto pubblico autofiloferrotranviari e di navigazione sulle acque interne e lagunari.

Il Fondo è gestito da un Comitato amministratore, che dura in carica quattro anni, che verrà nominato con successivo decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, è composto da dieci esperti, di cui cinque designati dall'ASSTRA e dall'ANAV e cinque designati dalle organizzazioni sindacali stipulanti l'accordo sindacale nazionale dell'8 luglio 2013 (UGL Autoferrotranvieri, FILT CGIL, FIT CISL, UILTrasporti e FAISA CISAL), e di due funzionari, con qualifica di dirigente, in rappresentanza, rispettivamente, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Ministero dell'economia e delle finanze.

Si potrà accedere alle prestazioni del fondo trascorsi sei mesi dalla sua costituzione.

Infine il decreto fissa, a decorre dalla data di entrata in vigore del decreto di istituzione del Fondo presso l’INPS, 5 marzo 2015, l’obbligo del versamento della contribuzione ordinaria (0,50% di cui due terzi a carico azienda e un terzo a carico lavoratore).

In ogni caso occorrerà attendere le istruzioni dell’l’INPS per avere informazioni su ulteriori modalità applicative del decreto.

Decreto interministeriale 9 gennaio 2015 – Fondo di solidarietà per il sostegno al reddito del personale delle aziende di trasporto pubblico  
Preleva

 

Con messaggio n. 1445/2015, l'INPS precisa che gli eventi che comportano la sospensione del rapporto di lavoro, quali CIG/CIGS, contratto di solidarietà, non pregiudicano il diritto all’accesso al pensionamento di vecchiaia anticipato degli autoferrotranvieri.

I lavoratori che raggiungono i requisiti pensionistici nel corso di tali eventi, potranno quindi continuare a beneficiare del trattamento di vecchiaia con i requisiti agevolati individuati dal Dpr 157/2013 (cioè al raggiungimento del requisito anagrafico ridotto di cinque anni rispetto a quello tempo per tempo in vigore nel regime generale obbligatorio) posto che, per tali lavoratori, è unicamente sospeso l’esercizio delle mansioni di personale viaggiante.

L'Inps precisa altresì, che il personale viaggiante, cessato dal rapporto di lavoro e al quale sia stata riconosciuta l’ASpI, acquisisce il diritto al pensionamento di vecchiaia anticipato qualora raggiunga i requisiti pensionistici entro il periodo di godimento dell’ASpI, a condizione che precedentemente a tale evento le mansioni della qualifica di personale viaggiante siano svolte in modo stabile ed effettivo.

La percezione dei periodi di sospensione dal lavoro o di Aspi resta dunque compatibile con l’accesso anticipato al pensionamento di vecchiaia del personale viaggiante. Precedentemente il messaggio INPS n. 11010/2012 aveva indicato che il presupposto per l’accesso alla pensione di vecchiaia anticipata era, conseguentemente, la contestualità tra l’esonero dal servizio, con le mansioni di personale viaggiante, e la maturazione dei requisiti anagrafici e contributivi, principio che ora, invece, viene temperato.

Aziende Esodandi. L'Inps precisa infine che, per i lavoratori con qualifica di personale viaggiante, coinvolti nei programmi di esodo di cui all’art. 4 della legge n. 92/2012, al fine di stabilire i requisiti minimi per il pensionamento di vecchiaia nei quattro anni successivi alla cessazione dal rapporto di lavoro, come previsto dal comma 2 del su indicato art. 4, occorre fare riferimento ai requisiti anagrafici previsti dal D.P.R. 28 ottobre 2013, n. 157 (e quindi al requisito anagrafico ridotto di cinque anni rispetto a quello tempo per tempo in vigore nel regime generale obbligatorio).

 

Il Consiglio Nazionale della Ugl, riunitosi il 20 febbraio a Roma presso la sede confederale di via delle Botteghe Oscure, ha rieletto all’unanimità Francesco Paolo Capone alla carica di Segretario Generale. La candidatura di Capone era sostenuta da diciotto Federazioni di categoria, rappresentative del 76% degli iscritti al sindacato.

“Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno confermato la loro fiducia nei miei confronti – ha dichiarato il neo eletto Segretario Generale Paolo Capone -. Il sindacato è oggi chiamato ad affrontare sfide complesse, dall’attacco ai diritti alla disoccupazione, dalle pensioni da fame al lavoro che manca, passando per il Mezzogiorno e le tante fabbriche che chiudono. L’Ugl  non arretra di un passo. Continueremo a fare quello che abbiamo sempre fatto nella nostra storia lunga 65 anni: difendere i lavoratori, i disoccupati e i pensionati”.

 

Amtab, 21 controllori diventano pubblici ufficiali
Questa mattina
si è tenuto il giuramento di 21 addetti alla verifica dei titoli di viaggio sulle linee urbane dell'Amtab di Bari, diventando a tutti gli effetti pubblici ufficiali e, come tali, saranno garantiti sotto il profilo giuridico di fronte a eventuali contestazioni o atti vandalici.

L’Amtab procederà nei prossimi mesi a far prestare giuramento a tutti gli altri dipendenti.

I vandali e i violenti, da oggi, potranno essere denunciati d'ufficio, e non più di parte, con l’aggravante dell’aggressione a pubblico ufficiale”.



 

“Registrando l’ennesima aggressione ad un lavoratore del Gruppo Torinese Trasporti facciamo appello all’azienda e alle istituzioni affinché si ponga in essere quanto prima un tavolo di regia che si confronti sull’avvio di forti iniziative per tutelare dipendenti e utenti”.
Lo dichiara il segretario generale della Federazione Nazionale Ugl Autoferrotranvieri, Fabio Milloch, commentando la nuova aggressione a un controllore, malmenato da utenti senza biglietto sulla linea 69.
Per il sindacalista “sulla sicurezza dei lavoratori, degli utenti e dei cittadini non sono ammesse leggerezze ed è necessario che la Gtt e l’amministrazione comunale si facciano carico di risolvere una situazione che sta diventando sempre più grave, senza procrastinare ulteriormente”.

 
Portale UGLEnasCaf UGLEnofIperAleCiscoSeiAssocasa
viagra farmacia cialis espana viagra receptfritt länder
acquisto kamagra online viagra tabletten kaufen cialis moins cher
discount autocad lt after effects for mac download download adobe cs6 design premium discount ms project 2010 military discount microsoft windows 7 office 2013 top price online
    buy windows 7 usa rosetta stone spanish cheap windows 7 discount for vista
paroxetine senza ricetta priligy comprare acquistare pyridium on line