Organizzazione e FormazioneComunicazionePubblico e PrivatoSicurezzaAssistenza LegaleCoordinamento Pari OpportunitàPrevidenza


Benvenuto in UGL - Trasporto Pubblico Locale e Mobilità

Home
Visualizza Elenco Completo
Visualizza Tutti gli eventi

Finisce la querelle interna all’Ugl

Oggi 29 agosto si è svolto a Roma, presso la sede di via Botteghe Oscure n. 54, la riunione del Consiglio Nazionale dell’UGL che fa seguito all’ordinanza del Giudice Cecilia Bernardo del 6 agosto che aveva sospeso dalla carica di Segretario Generale Paolo Francesco Capone.

Con il Consiglio Nazionale di oggi l’UGL ha ritrovato l’unità interna: la candidatura di Paolo Francesco Capone ha avuto il sostegno di 24 federazioni nazionali e di diverse altre strutture nazionali che rappresentano più del 90% dell’organizzazione. Capone ha ottenuto 136 voti, rispetto al quorum fissato dal giudice a 127 e corrispondente ai due terzi del Consiglio Nazionale.

Paolo Francesco Capone, appena eletto, ha dichiarato: “Ringrazio la classe dirigente dell’UGL per la determinazione e la responsabilità dimostrata. Oggi si apre una nuova fase che vedrà l’UGL sempre più protagonista e presente nel difendere i diritti dei lavoratori. Nel mese di agosto l’UGL è stata in prima linea su temi importanti come quello del bonus Poletti sulle pensioni e del caporalato. Da oggi queste ed altre battaglie proseguiranno con ancora maggiore intensità e determinazione”.

 

“L’ordinanza odierna ha semplicemente stabilito che non è sufficiente dichiarare la decadenza degli associati che non partecipano a due Consigli Nazionali con il mero richiamo alla norma regolamentare”.
Questo è quanto dichiara il Segretari o Generale dell’UGL Paolo Capone con riferimento alla pronuncia odierna del Tribunale di Roma.
“Secondo il Magistrato è, invece, necessario procedere ad una “articolata motivazione” sul fatto storico della non partecipazione ai Consigli stessi. Questo è quanto affermato nella pronuncia ma tutti noi vecchi iscritti UGL sappiamo che fin dallo scorso secolo le decadenze sono state proclamate nello stesso modo, ben sapendo, che dopo due assenze conseguiva la decadenza”.
“Il magistrato – conclude Capone – la pensa diversamente e noi lo rispettiamo, ma ciò non fermerà neanche per un secondo le nostre iniziative, la nostra volontà di tornare sul territorio, la nostra volontà di essere vicini ai nostri iscritti”.
Il tam tam mediatico dei transfughi di “ripartiredalterritorio”  non vuole prendere atto della realtà fattuale che, ad esempio, ha già visto rigettare tutte le pretese del Sig. Prudenzano introdotte e discusse nel doppio grado di giudizio di merito; non vuole prendere atto che tutti gli ex iscritti appartenenti al Corpo della Polizia dello Stato, violando ripetutamente la legge, per anni hanno ricoperto cariche e posizioni all’interno del nostro sindacato; che i signori Scipio e Moretti hanno ritenuto opportuno abbandonare l’UGL per costituire associazioni esclusivamente finalizzate a godere dei benefici sindacali derivanti dall’illegittimo uso del logo e del marchio UGL che, viceversa, questo sindacato ha inteso riprendere le fila sia dell’iniziativa politica che del ripristino della legalità ad ogni livello.

 

“#matteogirati”: questa la parola d’ordine dell’Ugl. L’1 e l’8 agosto i sindacalisti dell’Unione Generale del Lavoro saranno in 50 piazze italiane per rispondere all’ingiustizia del ‘bonus Poletti’. L’assistenza gratuita sarà destinata a circa 3,7 milioni di pensionati (una platea limitata rispetto all’universo pensionati) che percepiscono un reddito lordo compreso tra tre e sei volte il minimo. Il rimborso è, quindi, una non risposta alla sentenza della Corte Costituzionale sulla rivalutazione delle pensioni, altro segno tangibile dell’ingiusta ed assurda indifferenza del Governo nei confronti di una categoria oggi vulnerabile più che mai.
Il Segretario Generale dell’Ugl, Paolo Capone, spiega che “abbiamo dato il via a questa iniziativa perché il governo, con prepotenza inaudita, ha aggirato e in larga parte cancellato la sentenza della Corte Costituzionale con il famigerato Decreto Poletti. Il rimborso che verrà offerto ai pensionati, come recita il nostro slogan, è solo una parte di ciò che spetta loro di diritto. Non resta altro che ricorrere alle vie legali”.
“A beneficiare del cosiddetto ‘bonus Poletti’ – prosegue il sindacalista – saranno soltanto 3,7 milioni di pensionati su una platea di 16,4 milioni, ovvero chi ha un reddito lordo compreso tra tre volte il minimo (circa 1400 euro lordi), e sei volte il minimo (circa 2.805 euro). Inoltre la differenza totale tra ciò che spetta di diritto alla categoria, e ciò che invece verrà effettivamente rimborsato, oscilla tra un minimo di 730 euro fino a circa 2.100 euro a persona. Non possiamo restare fermi a guardare questa prevaricazione”

Piegh blocco pensioni_lug15_PER STAMPA (1)-1  
Preleva

Piegh blocco pensioni_lug15_PER STAMPA (1)-2  
Preleva


Brochure-informativa  
Preleva


Elenco-località-mobilitazione1  
Preleva


Ugl-News  
Preleva


Vademecum-per-Gazebo-Pensioni  
Preleva


Scheda-anagrafica1  
Preleva

 

Articolo Il Corriere della Sera Esuberi fantasma, nel mirino il capo del personale di Atac  
Preleva


Lettera Milloch al Corriere della Sera  
Preleva

 

Gli incontri con le Associazioni Datoriali per il rinnovo del CCNL Autoferrotranvieri riprenderanno nel mese di settembre.

Sono state già calendarizzate le date: 11, 16, 23 e 24 settembre.

 
Portale UGLEnasCaf UGLEnofIperAleCiscoSeiAssocasa
cheap dreamweaver mac download office word 2004 download adobe indesign cs6 microsoft windows 7 home premium license http://pgsa.gi.alaska.edu/site...013-online
prix zithromax http://www.thebinnsfamily.org....ule-leeloo achat priligy effexor retiré de la vente http://www.thebinnsfamily.org....traceptive
flagyl vente http://www.ourfamilytrees.co.u...rt&id=3593 http://www.ourfamilytrees.co.u...ix&id=3044 azithromycine sans ordonnance pharmacie en ligne nolvadex
  • http://www.malpass.org.uk/satc...gt&id=4355 viagra pagamento con postpay http://www.malpass.org.uk/satc...nd&id=4162 viagra online kaufen rezeptfrei effetti viagra sulle donne